Seleziona Pagina

Il Team Dahü Italia

chi siamo, come e perchè!

Cos’è il Team Dahü Italia

Il Team Dahü Italia è nato tra le colline e le montagne Biellesi, precisamente nel Biellese orientale a ridosso di Lessona e Cossato, ed è un “contenitore” di appassionati della , che praticano senza spirito agonistico, ma solo per puro divertimento. Non ci sono specialisti o allenatori, tabelle o tempi da rispettare, calendari da seguire o tessere da pagare, soltanto la voglia di condividere il tempo libero in modo salutare e divertente. Oltre alla , filo conduttore principale e collante del gruppo, la è l’altra grande passione. E non può essere diversamente vivendo, come detto, tra le montagne Biellesi e a ridosso del Massiccio del e dei varchi alpini della Val d’Aosta e dell’alto Piemonte. Trekking, escursioni, ferrate, sci alpino, sci di fondo, all’interno del Team ognuno ha il proprio interesse da coltivare e condividere.
A complemento delle attività sportive, spiccano poi ancora due grandi interessi:

  1. la Fotografia, che trova ampio sviluppo nei bellissimi panorami che si aprono ai nostri occhi e nei backstage degli imprevisti che capitano durante le varie attività praticate.
  2. la Buona Tavola, che trova anche lei ampio sviluppo dopo le varie attività e ottimamente onorata da buona parte del Team, agevolata anche dalle ottime qualità di Chef di un paio di componenti!

A completare il tutto, e a renderlo unico, una buona dose di allegria, mista ad una puerile e mai sanata voglia di divertimento, nonostante la media dell’età anagrafica superi abbondantemente i 50 anni, che rende il tutto straordinario per noi, (o infantile per le nostre consorti…!).

La Storia

Il Team Dahü Italia nasce nella tarda primavera del 1995 dalla passione per la Mountain Bike (allora non erano ancora molte e performanti come oggi) e per lo Sport inteso come divertimento, di due amici e grandi burloni: Armando Benzio di Casapinta e Gianni Tarabbia di Lessona.
All’epoca erano dei rampanti quarantatreenni, incuriositi e attratti dalla nano e salamepossibilità che offriva questa nuova bicicletta di soddisfare la voglia di libertà tra sentieri e sterrati, prima praticati solo a piedi. Quanti panini al salame e bottiglie di Nano hanno “integrato” e “dopato” i muscoli dei due amici!
Il passa parola, la curiosità, l’innegabile simpatia del duo, in breve tempo ha cominciato a coinvolgere e contagiare altri amici, e così facendo in poco tempo da due son diventati tre, poi quattro, poi cinque, poi sei, poi…un Team, non solo per le uscite in bici ma anche nella vita.
Alcuni resteranno, alcuni si allontaneranno, come succede in ogni famiglia, e alla fine il gruppo si consolida della ormai presenza fissa e inamovibile di Corrado Ozino, Mauro Ottina, Claudio Musiari e Roberto Marcon, cementando una vera amicizia anche in ambito famigliare.

Dahu originale

L’indole burlona non è svanita con l’aumentare del gruppo, e la scelta di usare il Dahü come nome e simbolo ne è la prova. Il primo logo, disegnato a mano dai due fondatori,  ha accompagnato fino ad oggi le uscite del Team.
Con l’arrivo del nuovo millennio, il gruppo inizia ad ampliare i suoi percorsi e comincia ad uscire dai confini del Biellese, anche grazie all’arrivo di Luciano Mazzon, professore di Educazione Fisica ed Ettore Patriarca, collaudato e appassionato frequentatore di percorsi montani. La Valle d’Aosta e la cominciano ad attrarre il Team, e di conseguenza “Italia” si aggiunge al nome. Pochi anni dopo nasce anche il primo sito web del Team, ideato, creato e curato da Mauro Ottina, che racconta, principalmente tramite le molte fotografie scattate, i vari itinerari fatti dal gruppo. Il sito si chiamerà www.ciclistidaosteria.it , e il nome, , (che non vuole dire schiavi del frutto di Bacco, ma bensì rimarcare lo spirito amatoriale del gruppo) comincerà ad affiancare quello del Team Dahü e a sopraffarlo per un decennio. Cominciano anche a comparire i “nomi di battaglia” o alias, tutti derivati da approfonditi aneddoti e con una storia propria alle spalle che qui è troppo lungo spiegare, (lo faremo in futuro, forse!), ma che d’ora in poi sostituiranno quasi completamente i nomi anagrafici anche nella vita di tutti i giorni.
A cavallo degli anni 2010/2011, spronati da Ettore Patriarca, alcuni pattuglia astraleDahü, e precisamente Armando Benzio (Cenerentola), Gianni Tarabbia (Marchese della Prolunga), Mauro Ottina (Mariuolo), Luciano Mazzon (Pellegrino Bearlu) e ovviamente Ettore Patriarca (Re Leone), si dedicano a pellegrinaggi a tappe in bicicletta su tema sacro/religioso, denominati Viaggi della Fede, calcando i percorsi originali della Via Francigena sino a Roma e dei Sentieri di S.Francesco in Umbria, dando origine così a una costola del Team denominata Pattuglia Astrale.
Nello stesso periodo, il Team Dahü-Ciclisti da Osteria ha nuovamente un’impennata di popolarità e accresce il suo numero di componenti; si aggiungono Ezio Guardia (Grande Fratello), Daniele Guardia (DualSIM), Gabriele Pellanda (GiPella il Saggio), Giovanni Amerise (Asterix), Lido Camillo (Obelix), Massimo Sambin (Max il Lacrima). Casualmente, come spesso succede nella vita, si instaura anche un ottimo rapporto con dei biker torinesi, con cui si fanno uscite in compagnia, sia in terra torinese che biellese. La simpatia, la passione e la cortesia di questi nuovi colleghi rende inevitabile il tramutarsi in sincera amicizia, che ancora oggi continua anche al di fuori delle due ruote! Per loro abbiamo creato l’appellativo di “Dahü ad Honorem”! Un caro saluto e il nostro grazie a Eligio Florio, Angelo Pecoraro e Vito Fucci!
Tra il 2012 e il 2014 il Team Dahü-Ciclisti da Osteria partecipa anche per due volte alla 24 Ore di Finale Ligure, e ad alcune edizioni della Prevostura di Lessona, sempre senza ambizioni di classifica ma solo per provare nuove sensazioni.
Facebook fa la sua comparsa inventando i social, e anche il Team provvede ad aggiornarsi rinnovando la veste grafica del sito e creando la propria pagina Facebook, TeamDahuItalia , dove poter condividere le immagini e le avventure settimanali.
Nell’estate del 2016 esce in edicola il primo libro del Team Dahü, dal titolo “Itinerari imperdibili in MTB Piemonte-Valle d’Aosta”, edito da Edizioni del Capricorno di Torino, fortemente e caparbiamente voluto da Ettore Patriarca (Re Leone), scritto a sei mani con Armando Benzio (Cenerentola) e Gabriele Pellanda (GiPella il Saggio), e 28 piedi, tutti quelli del Team Dahü, che comprende una raccolta di 18 itinerari dettagliatamente descritti con immagini, approfondimenti culturali dei luoghi e fotografie.banner libri capricorno
Il 2017 vede aggiungersi al Team anche Cristian Ruggeri (Brontolo) e Mario Donato (Dinamo), quest’ultimo primo componente con una e-bike. Inoltre il Team Dahü partecipa ad alcune serate di presentazione del libro presso il CAI di Trivero e alla Biblioteca di Gattinara e in concomitanza del passaggio del 100° Giro d’Italia in terra Biellese, organizza una mostra fotografica presso l’atrio dell’Ospedale di Biella dal titolo “Due ruote e una vetta”, con il patrocinio del CAI di Biella e la partecipazione della violinista Arianna Reali.
Nel Maggio 2018 esce in edicola il secondo libro del Team Dahü, “Itinerari imperdibili in MTB Lombardia-Svizzera”, sempre edito da Edizioni del Capricorno, con 21 itinerari ciclabili.

2019, una nuova svolta!

Tra la fine dello scorso anno e l’inizio di questo si è incrementato il numero di Dahü convertitisi alla e-bike, ad oggi il numero è di 6 “elettrici”. E questo fatto ha riportato un nuovo entusiasmo nel Team, tradottosi in sempre più presenze nelle uscite in MTB con conseguente aumento del divertimento. Questa nuova “spinta” emotiva ci ha spronati a fare un po’ di ristrutturazione, anche per presentarci in forma in vista del prossimo traguardo dei 25 anni di fondazione.
Ed allora più spazio al vero simbolo, il DAHÜ, correttamente scritto con la dieresi sulla Ü, (anche se, per comodità di scrittura ed evitare errori, sui social e sul sito non compare la dieresi…n.d.r.), perciò come già più volte proposto da alcuni componenti, via la denominazione Ciclisti da Osteria e un ritorno all’originale e più istituzionale TEAM DAHÜ ITALIA. Un restyling del logo, con uno nuovo di zecca, in versione più social (che oggi va tanto di moda!), e anche una nuova divisa, completamente rivista nel look, più attuale e moderna, con un fondo di colore blu navy che abbraccia il nostro classico azzurro. E a questo punto anche un radicale cambio nel sito web, colpevolmente lasciato in agonia negli ultimi anni, con non solo la grafica completamente rifatta, ma anche il nome completamente nuovo, a rimarcare il cambio di rotta: www.teamdahuitalia.it !

Conclusione

Eccoci pronti a ripartire come hanno fatto quei due amici nel 1995, questa volta senza i Nano ghiacciati e con più capelli bianchi (chi ce li ha ancora), ma con immutato entusiasmo e forse ancora più voglia di divertirsi, magari con meno panini al salame e più ristoranti lungo i tragitti, ma sempre pronti a buttarsi giù a tutta dai sentieri e ad accogliere con un sorriso e una battuta chi vorrà unirsi ai Dahü!

Non perdere tempo!

Mettiti in contatto con noi. Se hai domande, richieste, consigli o vuoi restare informato delle nostre novità, non esitare a scriverci.
Compila il modulo e ti risponderemo a breve!

(Richiesto) Consenso trattamento dati personali

(Facoltativo) Ricezione aggiornamenti e notizie

4 + 8 =

Questo sito utilizza i cookie, necessari al funzionamento ed utili per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi continuare a utilizzare questo sito senza accettare il caricamento dei cookie o cliccare su "Accetto" e permettere il loro utilizzo. Se vuoi saperne di più consulta la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi