Seleziona Pagina

#iorestoacasa

#iorestoacasa

#iorestoacasa

 

Il DPCM del 11 marzo 2020 parla chiaro, siamo in piena emergenza sanitaria. E come tale, anche i Dahü si fermano e lasciano le bici a terra.

A dire il vero, questa decisione la maggior parte del gruppo l’aveva già maturata lunedì scorso, ancora prima che venisse allargata a tutto il territorio nazionale la “zona rossa”.

Non per un fatto di paura in sé, che sia ben chiaro esiste, ma per una forma di rispetto verso il prossimo, una forma di rispetto verso chi in queste ore, in questi giorni sta’ lottando su di un letto d’ospedale o attorno un letto d’ospedale.
Verso una struttura sanitaria che in questo momento non ha bisogno di prendersi cura anche di chi se ne va in giro a divertirsi.
Per una volta pensiamo che sia giusto non pensare solo a noi stessi, come oggi tutti siamo abituati a fare, ma pensare un po’ anche agli altri, e non potendo aiutare in senso materiale lo facciamo in senso lato, tirando una volta i freni, noi che ci buttiamo sempre giù a tutta, e appoggiare le bici a terra e sederci, a pensare, a pregare e soprattutto a stare zitti, almeno noi, e lasciare parlare solo il cuore.

Restiamo a casa, restate a casa, facciamo finire questo periodo buio, e riscopriamo qualche bella abitudine persa.

Il nostro grazie a tutti i Medici e Infermieri che si stanno prodigando nel loro lavoro, quelli che vediamo nelle abusate immagini dei TG stravolti in tute verdi, maschere e visiere, ma anche a quelli che non sono a stretto contatto con i reparti infettivi, perché anche a loro è stata di colpo stravolta la vita, con orari e turni magari improvvisati.

Per questo ringraziamo GIOVANNI, il nostro , il NOSTRO infermiere, e con lui simbolicamente tutta la categoria. Grazie GIO, forza!

Arrivederci tra un po’, e RESTIAMO A CASA, così la finiamo prima!

Circa l'autore

gipelladmin

"Elettricista per lavoro. Webmaster, fotografo e amministratore del sito e della pagina facebook per il Team DAHÜ Italia. Dal 2010 ha abbandonato i rettangoli verdi e tutto l'ambiente del calcio per dedicarsi alla MTB. Non disdegna le salite, dove sbuffa come una caffettiera, ma adora le discese tecniche e sprericolate, dove si tuffa come un bambino sulla nutella, dimenticandosi il buon senso, l'età...e che le ossa si rompono! Appassionato di montagna, fotografia e di tutto quello che è tecnologia, rigorosamente ed orgogliosamente da autodidatta."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pagina Facebook

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Articoli recenti

iscriviti al nostro canale

Archivi

Questo sito utilizza i cookie, necessari al funzionamento ed utili per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi continuare a utilizzare questo sito senza accettare il caricamento dei cookie o cliccare su "Accetto" e permettere il loro utilizzo. Se vuoi saperne di più consulta la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi